informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scrivere una tesi in poco tempo: ecco i consigli utili per riuscirci

Commenti disabilitati su Scrivere una tesi in poco tempo: ecco i consigli utili per riuscirci Studiare a Campobasso

Scrivere una tesi in poco tempo è il sogno di tutti gli studenti universitari in procinto di raggiungere il traguardo più grande.

La tesi è un momento importante nella vita di uno studente: scriverla bene e scriverla velocemente non sono aspetti incompatibili, se la velocità non incide sulla qualità e, soprattutto, se si fa un lavoro di pianificazione e di organizzazione a monte.

In questa guida dell’Università Niccolò Cusano di Campobasso ti spiegheremo come fare a scrivere una tesi velocemente organizzando con efficacia il tuo tempo e le risorse da sfruttare, dalla ricerca bibliografica alla fase di redazione vera e propria. Se sei pronto, iniziamo subito.

I segreti su come scrivere una tesi velocemente

Una tesi è probabilmente, il documento più importanti nella vita di uno studente. Questo tipo di elaborato richiede molta dedizione e duro lavoro, insieme alla conoscenza del campo di studio. La maggior parte degli studenti ha difficoltà a scrivere una tesi: ci si può trovare a fronteggiare il blocco dello scrittore, oppure può capitare di avere poco tempo a disposizione.

Ecco alcuni importanti consigli per scrivere una tesi veloce e, soprattutto, efficace.

LEGGI ANCHECome chiedere la tesi e scrivere ad un docente: consigli utili

Decidi quando iniziare

Una delle domande più frequenti tra gli studenti è: quando iniziare a pensare alla tesi? Beh, la risposta è semplice: devi iniziare a pensare alla tesi già quando arrivi a metà del tuo percorso accademico, così che tu abbia già la consapevolezza delle tematiche di tuo interesse.

Il tempismo è fondamentale nella redazione di una tesi di laurea: avere ben chiari i tempi di sviluppo ti porterà a poter scandire il lavoro correttamente, senza ritrovarti con l’acqua alla gola.

Per poter procedere alla scrittura, è bene impostare una data per avviarla e anche un intervallo di tempo per terminare la parte di scrittura. È difficile finire tutto entro la data stabilita, ma le cose più importanti dovrebbero essere completate entro l’ultima data utile.

Inizia ad esaminare le carte con largo anticipo

Scrivere una tesi in poco tempo richiede, oltre a determinazione e dedizione, anche una certa padronanza dell’argomento che intendi affrontare.

Il punto di partenza per ogni studente in procinto di laurearsi è  leggere il carico di carte pertinenti in modo da poter capire qual è la letteratura che è stata prodotta fino ad allora su quel tema,  quali domande devono ancora essere risolte e in che modo la ricerca potrebbe contribuire all’arricchimento della conoscenza su quella tematica.

Possiamo dire, dunque, che la bibliografia della tesi è un punto di partenza importantissimo da cui dipende il successo del tuo lavoro. Inizia ad esaminare la letteratura sul tema che vorresti affrontare con largo anticipo: identifica i saggi da leggere, gli studiosi a cui rivolgerti, le biblioteche in cui trovare i volumi che ti servono.

Tieni presente che la bibliografia sarà molto presente nella tua tesi, in elementi come:

  • L’introduzione, in cui fornisci tutto il background pertinente per preparare il terreno per la tua ricerca e far capire alla commissione perché è importante ciò che tratterai nella tua tesi;
  • Estratti con dati e statistiche, dove i dati pubblicati in precedenza conferiscono validità ai risultati, o sono almeno presi in considerazione quando interpreti i tuoi dati;
  • La tua conclusione, in cui dimostri come si integra la tua tesi con ciò che è stato fatto finora nel campo.

Non ti stiamo dicendo che questo ti porterà a scrivere una tesi in una settimana, ma sicuramente ti sarà utile per avere chiaro in partenza l’obiettivo da perseguire con la tua tesi (sia essa compilativa o di ricerca) e organizzare il lavoro di conseguenza.

Pianifica il lavoro (nero su bianco)

Il tempo per scrivere una tesi magistrale, ma anche triennale, può variare in base a tanti fattori. Un aspetto importante, però, riguarda la pianificazione del lavoro. Pianificando con largo anticipo le attività da fare in modo dettagliato ti permetterà di avere una tabella di marcia da rispettare per ogni aspetto della tua tesi.

Come fare?

Uno studente deve avere idee su ciò che ciascuno dei suoi capitoli dovrebbe includere. È essenziale stabilire una scadenza per la scrittura di ogni capitolo. Dovrai essere particolarmente rigido su questo punto: se perdi tempo, la tesi si prolunga inutilmente. Questo lasso di tempo può essere discusso con il tuo relatore in modo che possa aiutarti a fissare il tempo limite di consegna e sappia quando aspettarsi un capitolo.

Un’altra cosa che ti consigliamo di fare se vuoi scrivere una tesi in poco tempo è darti degli obiettivi raggiungibili: impostare traguardi facili per ogni giorno aiuta molto a far progredire il processo di scrittura.

Devi impegnarti ogni giorno a fare una piccola parte della tesi per assicurarti di non essere bloccato nel processo di scrittura. Un obiettivo facile come scrivere 500 parole al giorno può essere anche valido se ti impegni a rispettare alla lettera il calendario.  Una volta che avrai preso confidenza con l’organizzazione del tuo lavoro e raggiunto i primi traguardi, potrai gradualmente fissarne degli altri più ambiziosi.

LEGGI ANCHEEsempio tesi di laurea triennale: ecco come realizzarne una

Prendi l’abitudine di scrivere i tuoi metodi di lavoro

Se stai svolgendo una tesi di ricerca, dovrai sicuramente dedicare parte della tua tesi ad illustrare il metodo che hai utilizzato per arrivare ad un dato risultato.

Se hai il tuo approccio e il tuo insieme di tecniche sperimentali e/o statistiche  che apprendi dal tuo docente, perché non prendere in considerazione l’idea di ripartire dai tuoi appunti? Dedica anche un’ora alla settimana per scrivere nel tuo documento di tesi tutte le tue tecniche di lavoro, attingendo agli appunti che hai già scritto in passato per lavorare ad altri progetti. Prendi quegli appunti sul tuo metodo come punto di partenza da sviluppare e usali come una sorta di brainstorming.

Questo faciliterà la stesura del tuo capitolo sul metodo e ti aiuterà a tracciare la rotta del tuo lavoro.

Lavora in un ambiente comodo

Forse ti sembrerà strano, ma per scrivere una tesi in poco tempo l’ambiente di lavoro conta molto.

Scegli un ambiente confortevole e privo di distrazioni per scrivere una tesi: questo ti aiuterà a mantenere il focus e a non distrarti. Abbiamo parlato dell’importanza di fissare obiettivi rigidi per poter svolgere un buon lavoro: un ambiente che non permette distrazioni ti agevolerà nella stesura della tesi e nel raggiungimento dei tuoi goal giornalieri.

Qualunque sia il luogo da cui lavori, scegli un ambiente in cui hai tutto quello di cui hai bisogno: una linea internet veloce per le tue ricerche, un pc, un programma di scrittura e i volumi da consultare. Spesso lavorare a casa può inibire la creatività e portarti a cadere nelle distrazioni: ogni tanto è utile lavorare in biblioteca, un luogo perfetto anche per poter avere accesso a molti libri.

Le chat e altre notifiche via email sono potenziali distrazioni: proprio per questo ti consigliamo di disattivarle mentre lavori alla tua tesi.

Su come scrivere una tesi in poco tempo abbiamo detto tutto, per oggi: non ti resta che mettere in pratica tutti i nostri accorgimenti e giocare d’anticipo per poter accelerare i tempi di consegna e concludere con successo il tuo percorso accademico.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali