informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come fare un riassunto di un libro universitario? Il metodo step by step

Commenti disabilitati su Come fare un riassunto di un libro universitario? Il metodo step by step Studiare a Campobasso

Adottato come metodo di studio di tanti universitari, il riassunto di testi è un modo efficace per rielaborare i vari contenuti e prepararsi agli esami. Tuttavia, spesso non si sa da dove cominciare o, peggio ancora, non lo si fa nel modo corretto.

Molti tendono a non rielaborare il testo a parole proprie, trascrivendo solo le parti più salienti. Niente di più sbagliato! È importante riuscire a scrivere un riassunto che è farina del tuo sacco: solo in questo modo avrai la certezza che stai studiando nella corretta maniera.

Proprio per questo motivo, in questa guida ti spiegheremo come fare un riassunto di un libro universitario.

Passo dopo passo, ti illustreremo il metodo corretto, cosicché ti sarà più facile memorizzare i contenuti e riuscirai a prepararti al meglio. Per ottenere il risultato ottimale, segui tutti i passaggi.

La guida su come fare un riassunto di un libro universitario

Avere un metodo di studio universitario è fondamentale per raccogliere risultati soddisfacenti. Il metodo abbraccia diversi aspetti dello studio e inizia dall’ascolto delle lezioni fino allo svolgimento effettivo dell’esame. Una parte importante del metodo di studio è la parte di analisi del materiale. Dispense, appunti, testi: un approccio utile per sintetizzare il tutto è quello di fare dei riassunti schematici, così da facilitare l’organizzazione delle informazioni e studiare più velocemente.

Tieni anche in considerazione che, generalmente, la scrittura è d’aiuto per fissare i concetti e anche solo la fase di elaborazione su carta (o supporto digitale) ti aiuterà a studiare.

Segui le indicazioni che abbiamo riportato in questa guida e riuscirai a fare un riassunto in modo chiaro e semplice, che ti permetterà di prepararti più facilmente per gli esami.

#1 Ascoltare la lezione e fare domande sul testo

Ascoltare le lezioni è fondamentale per poter imprimere i concetti nella mente. Quando qualcosa non è chiaro, fai subito domande, anche solo per semplici dubbi. Se il docente parla del libro di testo e inizia a trattare delle tematiche contenute nel materiale, prenditi il tuo tempo per chiedergli tutto ciò che può aiutarti a studiare meglio.

Prendi appunti durante la lezione: non devono essere perfetti, l’importante è che scrivi i concetti chiave e, una volta terminata la lezione, li organizzi più chiaramente. Un approccio utile è quello di costruire una mappa concettuale: al centro di un block notes puoi inserire l’argomento principale e tirare fuori una serie di argomenti correlati, che ti saranno utili per avere una “fotografia” veloce sull’argomento. In questo modo, quando aprirai il libro per la prima volta per riassumerlo, saprai già quali sono i concetti più importanti da memorizzare.

#2 Leggere il testo una prima volta

Dopo che hai organizzato i tuoi appunti dopo la lezione, è ora di cimentarsi sul libro di testo. Questo servirà a rispolverare la lezione fatta e approfondire i concetti chiave, così anche da contestualizzarli.

Inizia dunque con il leggere il testo, senza soffermarti troppo. Deve essere una prima lettura, un po’ più superficiale, per poter inquadrare bene l’argomento. Se ti è utile, puoi segnarti delle pagine che ti sembrano più importanti. Ad ogni modo, questo primo “screening” serve solamente per comprendere le tematiche trattate, il registro linguistico del testo e la sua organizzazione.

#2 Rileggere e segnare le cose da memorizzare, appuntando i concetti chiave

Dopo la prima lettura, puoi iniziare a fare una scaletta degli argomenti: sarà il primo abbozzo di uno schema che dovrai fare in seguito.

Rileggi il libro e stavolta, inizia a sottolineare le cose più importanti e amplia i tuoi appunti. Parallelamente al libro di testo, inizia a compilare una sorta di indice dei concetti più importanti da trattare, segnandoti la pagina di riferimento. Questo processo ti semplificherà nell’organizzazione del tuo riassunto e nella fase di “fusione” tra i concetti del libro, quelli espressi dal docente a lezione e quelli contenuti in eventuali dispense.

#3 Fare degli schemi

Hai gli appunti, i concetti chiave e hai capito tutti gli argomenti.

Ora dovrai creare degli schemi. La nostra mente infatti, riesce molto meglio a focalizzarsi sulle cose schematizzate con ordine.

Il tipo di schemi che consigliamo sono quelli a cascata. Leggi piccole parti di testo e le schematizzi man mano che continui a leggere. Lo schema si compone essenzialmente di due passaggi:

  • scrivi l’argomento chiave
  • elenca in maniera sintetica i vari concetti da memorizzare

In altre parole:

TITOLO ARGOMENTO

  • concetto chiave 1
    • approfondimento
  • concetto chiave 2
    • approfondimento

Chiaramente, più un testo è complesso, più lo schema lo diventerà. Cerca di renderlo il più chiaro possibile in modo da non fare confusione quando poi lo studierai. Se ti può aiutare, aiutati anche con i colori.

#4 Argomentare gli schemi, ottenendo il riassunto vero e proprio

Ora che hai i tuoi schemi pronti, dovrai passare al riassunto. Ma come?

Se hai fatto tutto correttamente, dovresti riuscire a ricordare ciò che hai letto, quantomeno i concetti più essenziali. Questo perché, come dicevamo, la stessa scrittura facilita il processo di memorizzazione.

Parti dai concetti chiave: come li puoi argomentare?

Se non ricordi, dai una letta nuovamente ai vari argomenti. L’importante è non trascrivere intere frasi: devi fare un riassunto, non un “Bignami”. Inoltre, non scrivere cose che non sono altamente indispensabili.

Bene, ora che il tuo riassunto è pronto, puoi studiarci e prendere un meritato buon voto all’esame.

Alcuni consigli per la buona riuscita del riassunto del libro universitario

Ora abbiamo visto un approccio in quattro passaggi per sintetizzare un libro universitario. Ecco alcuni consigli su come riuscire a fare un riassunto di un libro universitario davvero efficace:

  1. Il riassunto deve essere chiaro, semplice e con tutte le informazioni necessarie;
  2. Fai degli schemi ordinati: più sono ordinati, più sarà facile poi tramutarli in riassunto;
  3. Dividi il tuo riassunto in paragrafi, utilizzando come sottotitoli il concetto chiave;
  4. Usa termini chiari e di facile comprensione, che fanno parte del tuo vocabolario;
  5. Evita giri di parole: arriva subito al sodo, sii schematico anche nel riassunto;
  6. Non copiare intere frasi o concetti, rielabora sempre il testo;
  7. Se non riesci a ricordare i concetti e quindi a fare gli approfondimenti, allora datti tempo e rileggi varie volte. Ognuno ha le sue tempistiche!
  8. Prenditi per tempo per fare il riassunto. Non pensare ci vogliano solamente due settimane, cerca di organizzarti il carico di studi in funzione a quanto di solito ci metti a studiare. Per capire meglio come approcciare allo studio, leggi anche la nostra guida su come studiare un libro universitario

Speriamo che questa guida ti possa essere stata utile per riuscire a scrivere un riassunto di un libro universitario e passare gli esami a pieni voti. In bocca al lupo!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali