informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come (e perché) fare volontariato durante l’Università

Commenti disabilitati su Come (e perché) fare volontariato durante l’Università Studiare a Campobasso

Hai mai preso in considerazione di fare volontariato all’università?

Sempre più studenti e studentesse scelgono di mettere a disposizione un po’ del loro tempo per cause diverse e per aiutare gli altri o il territorio.

Nonostante gli impegni universitari siano sempre molti e impegnativi, la scelta di dedicare il proprio tempo che rimane per cause importanti per la collettività sembra essere una prerogativa indiscussa per molte persone volenterose. E diciamocelo: quanto è importante che ci si dia una mano? Quanto è fondamentale che persone giovani si mettano in gioco per migliorare la realtà che li circonda?

Eppure il vantaggio non è unilaterale come si potrebbe pensare. Anche per chi fa volontariato c’è un “tornaconto”, anche se ovviamente, lo scopo del volontario non è quello di avere un beneficio personale ma di procurarlo ad altri, in primis.

Vediamo dunque per quali buoni motivi dovresti iniziare a fare volontariato durante l’università!

Perché fare volontariato all’università? Ecco tutti i motivi

Perché iniziare un’esperienza di volontariato durante l’università? Se già hai fatto esperienze simili, saprai certamente quali grandi vantaggi porterà alla tua persona e la grande gratificazione, mentre se stai pensando di valutare questa possibilità per la prima volta, ti stupirai di quanto bene faccia questo percorso.

Vediamo dunque quali sono i grandi vantaggi che fare volontariato durante il percorso di studi porta!

Potrai migliorare o apprendere delle skills

Come dicevamo, fare volontariato è un bene sia per gli altri che per se stessi, poiché è un’opportunità di crescita a tutti gli effetti.

Facendo volontariato si viene a contatto con persone nuove, affinando le nostre skills sociali e comunicative, si impara a lavorare in gruppo, si migliorano le capacità di ascolto. Ovviamente, a seconda dei progetti a cui si aderisce, si imparano cose diverse, come:

  • competenze digitali
  • competenze manuali
  • assistenza a soggetti deboli
  • organizzazione di attività e capacità di leadership

Avrai l’opportunità di conoscere persone nuove e fare networking

Conoscere persone nuove è fondamentale sia per accrescere la propria persona, plasmare il proprio carattere, sia per venire a contatto con una serie di dinamiche e conoscenze che prima si ignoravano.

Facendo conoscenze, potresti trovare ispirazione per progetti, crearti dei contatti con professionisti ma anche con persone che condividono i tuoi stessi ideali.

Questo significa fare networking: creare un insieme di reti professionali, dove più figure si conoscono per condividere informazioni ed eventualmente, in futuro, cercare potenziali partner per iniziative.

Farai nuove esperienze che ti possono formare

Come abbiamo detto, fare volontariato durante l’università è un modo per fare nuove esperienze e imparare molte cose, sia a livello di crescita personale sia a livello formativo, tecnico.

Non occorre studiare cooperazione internazionale o in facoltà legate servizio della collettività/enti.

In ogni settore è possibile far volontariato. Studenti e studentesse di medicina, infermieristica, giurisprudenza, psicologia, educazione e di tantissime altre facoltà, possono mettere in pratica le proprie conoscenze sul campo. Non verrai ripagato/a economicamente ma lo sarai in futuro, se avrai fatto abbastanza esperienza!

Dunque, approfittane per accumulare esperienza sul campo, che farà una bella impressione sul tuo futuro datore di lavoro.

I potenziali datori di lavoro ti guarderanno con occhi diversi

Come dicevamo, il volontariato ti permette di affinare una serie di skills, soprattutto quelle cosiddette “soft”. Devi sapere che la maggior parte delle aziende tiene in serissima considerazione questo aspetto: ci sono dei contesti in cui le competenze trasversali valgono quanto e più di quelle verticali.

Inserire le esperienze di volontariato nel CV ha un duplice scopo:

  • Da una parte, potrai dimostrare di essere una persona che sa mettersi a disposizione degli altri, risultando maggiormente empatico. Tutto ciò che puoi imparare dal volontariato, dalla capacità di lavorare in team a quella di comunicare meglio, ti sarà utilissimo in un contesto professionale
  • Dall’altra, potrai raccontare il modo in cui hai acquisito quelle skills e può aiutarti, soprattutto all’inizio, a darti una spinta in più anche se non hai grandi esperienze lavorative alle spalle

Riceverai crediti formativi per l’attività di volontariato

Proprio per incentivare questa pratica, spesso sono riconosciuti crediti formativi (i famosi CFU) a chi aderisce ad alcuni progetti di volontariato durante il proprio percorso di studi.

Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a fare volontariato: si tratta di una scelta personale e che deve venire, come si suol dire “dal cuore”. Non è giusto diventare volontari solo per un tornaconto personale, poiché non sarebbe lo spirito del volontariato. Tuttavia, queste sono le motivazioni che possono essere uno slancio in più per convincerti.

Se vuoi iniziare a fare volontariato, parti con una ricerca delle associazioni della tua zona che rispecchiano le tematiche in cui credi di più. Rivolgendoti alle associazioni, queste sapranno sicuramente come renderti parte attiva del progetto.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali