informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come si diventa amministratore di condominio: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come si diventa amministratore di condominio: studi e possibilità Studiare a Campobasso

Come si diventa amministratore di condominio? Siamo certi che, se sei un giovane studente universitario, ti sarai posto questa domanda almeno una volta.

Fare l’amministratore di condominio prevede una serie di conoscenze tecniche e professionali, acquisibili attraverso un solido percorso di studi. Se, fino a qualche tempo fa, intraprendere questa professione era più semplice, oggi con la riforma del condominio ci sono dei requisiti ben precisi da rispettare.

In questa guida dell’Università Niccolò Cusano ti spiegheremo come diventare amministratore di condominio, quali sono gli studi da fare e quali competenze acquisire per diventare un vero professionista. Iniziamo subito.

Ecco come diventare amministratore condominiale

Sei interessato al mondo dell’amministrazione condominiale ma non hai ancora capito in che modo accedere a questa professione? Niente paura: continua nella lettura di questa guida e scopri tutti i passaggi da fare per lavorare in questo mondo.

Chi è l’amministratore e cosa fa?

Iniziamo questa guida individuando le principali responsabilità di questo professionista. Chiariamo che, con l’entrata in vigore della riforma del condominio, sostanziata nella legge n. 220/2012, i requisiti per l’accesso alla professione sono diventati molto più specifici e stringenti.

L’amministratore condominiale è un ruolo previsto dal Codice Civile, in particolare gli articoli 1129, 1130 e 1131 si riferiscono alla figura dell’amministratore in quanto rappresentante legale, quindi l’amministratore ha responsabilità civile e penale nei confronti del condominio ed è in grado di agire in giudizio sia contro gli stessi condomini sia contro terzi.

Attualmente non c’è un albo professionale degli amministratori di condominio, ma sono presenti delle associazioni sindacali di categoria. Non esiste alcun albo professionale per gli amministratori di condominio, ma associazioni sindacali di categoria.

Tra i principali compiti dell’amministratore di condominio:

  • L’esecuzione delle deliberazioni dell’assemblea
  • Cura dei vari registri (contabilità, anagrafe condominiale, verbali delle assemblee, nomina e revoca dell’amministratore);
  • Conservazione di tutta la documentazione relativa alla propria gestione e fornitura, al condomino che ne faccia richiesta, dell’attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso;
  • Redazione del rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l’assemblea per la relativa approvazione entro 180 giorni.

I requisiti per l’accesso alla professione

Secondo quanto riportato dall’art. 71-bis del c.c., i requisiti per accedere alla professione sono:

  • Pieno godimento dei diritti civili;
  • Assenza di condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;
  • Assenza di misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;
  • Non interdetti o inabilitati;
  • Non iscritti nell’elenco dei protesti cambiari;
  • Hanno un titolo di studio non inferiore a un diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  • Frequenza di un corso di formazione iniziale e svolgimento di attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale

Dobbiamo precisare che, in base al Decreto Ministeriale 140/2014, in vigore dal 9 ottobre 2014, è obbligatorio frequentare un corso di formazione iniziale, che dev’essere di almeno 72 ore, e di aggiornamento annuale, previsto per almeno 15 ore.

Al termine del corso, verrà rilasciato un attestato che permette l’iscrizione al registro telematico degli amministratori di condominio.

Quanto guadagna l’amministratore di condominio?

Parlando di amministratore di condominio e stipendio, questo può variare molto a seconda del numero di condomini che amministra. Essendo generalmente un libero professionista, l’amministratore può guadagnare somme molto variabili, che possono arrivare anche a 4-5.000 euro al mese se si amministrano più strutture.

La formazione dell’amministratore di condominio

Quali sono le competenze e le abilità utili per diventare amministratore di condominio?

Dal punto di vista delle soft skills, è sicuramente utile avere ottime attitudini al problem solving, accanto alle abilità comunicative. Completano il quadro l’empatia e la capacità di ascolto attivo.

Dal punto di vista delle competenze tecniche, invece, è fondamentale conoscere approfonditamente quelle che sono le norme giuridiche, amministrative, tecniche e fiscali che regolano la gestione di un condominio. A tal proposito, anche se non obbligatoria ai fini dell’esercizio della professione, una laurea è estremamente consigliata.

Vediamo ora qual è il miglior Corso di Laurea per diventare amministratore di condominio.

Laurea in Economia dell’Università Niccolò Cusano

Ora che abbiamo visto come si diventa amministratore di condominio, vediamo quale percorso di studi in ambito universitario può offrirti una preparazione ideale per svolgere al meglio questa professione.

Sicuramente una laurea triennale in ambito economico è la soluzione ideale per apprendere tutto ciò che riguarda normative e aspetti amministrativi della gestione di un condominio.

In particolare, il Corso di Laurea in Economia aziendale e Management dell’Università Niccolò Cusano è perfetto per acquisire nuove conoscenze e reali competenze nelle aree di riferimento economiche, aziendali, giuridiche e quantitative.

In base alle codifiche ISTAT, questo corso di laurea prepara all’amministrazione di stabili e condomini, così come ad una varietà di altre professioni, dal contabile all’amministratore aziendale.

Entrando nello specifico del nostro corso di laurea, questo è strutturato in modo tale da permettere allo studente l’acquisizione di nuove conoscenze e l’approfondimento di reali competenze nelle aree di riferimento economiche, aziendali, giuridiche e quantitative.

In particolare, all’interno del corso di studi, sono approfondite le metodologie di analisi e di interpretazione critica delle strutture e delle dinamiche aziendali.

Il Corso di Laurea triennale in Economia comprende l’acquisizione di conoscenze fondamentali nei vari campi dell’economia e della gestione delle aziende pubbliche e private, nonché i metodi e le tecniche quantitative della Matematica per le applicazioni economiche, della Matematica finanziaria e attuariale e della Statistica.

La preparazione fornita al laureato in ambito aziendale è arricchita grazie alla previsione di crediti formativi nell’ambito delle materie giuridiche, necessari alla conoscenza del quadro normativo di riferimento all’interno del quale si svolge l’attività aziendale.

La didattica del corso, erogata dai massimi esperti del settore, può essere fruita online, grazie all’innovativa modalità telematica. In questo modo, potrai seguire le lezioni in qualunque momento, con una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Tra gli esami previsti dal percorso formativo più interessanti nell’ottica della professione di amministratore di condominio, menzioniamo:

  • Economia aziendale
  • Diritto pubblico
  • Diritto privato
  • Ragioneria generale e applicata I
  • Economia degli intermediari finanziari
  • Economia e gestione delle imprese
  • Diritto commerciale
  • Diritto tributario

Su come si diventa amministratore di condominio abbiamo detto tutto, per oggi: per iscriverti al nostro Corso di Laurea, compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali