informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare consulente del lavoro: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare consulente del lavoro: studi e possibilità Studiare a Campobasso

Se stai cercando una guida su come diventare consulente del lavoro, sei nel posto giusto.

Nei seguenti paragrafi infatti, ti illustreremo tutto ciò che devi sapere su questa professione e di cosa hai bisogno per svolgerla al meglio.

Il consulente del lavoro, noto anche con l’abbreviazione Cdl, è una figura professionale che lavora in ambito aziendale per aiutare le aziende stesse nel rapporto con i propri lavoratori. Ma in che modo?

Non sempre all’interno dell’azienda esiste il personale adeguato per svolgere attività come la Tenuta del Libro Unico del Lavoro, le comunicazioni Unilav, la vidimazione di buste paga. Il Cdl è un professionista autorizzato che può gestire questi incarichi tipici del rapporto tra l’azienda e i suoi dipendenti.

Per svolgere queste mansioni occorrono determinati requisiti e un percorso di studi ben definito.

Ecco come diventare un consulente del lavoro: tutto ciò che devi sapere

In questa guida, breve ma esaustiva, ti faremo un excursus su tutte le informazioni utili che ti serviranno a sapere come diventare consulente del lavoro. Dalle sue mansioni, alle competenze fino al percorso di studi, e altre info.

Cominciamo!

LEGGI ANCHE >> Quanto guadagna un avvocato?

Cosa fa il consulente del lavoro? Mansioni e responsabilità

Come già ti abbiamo anticipato, i consulenti del lavoro aiutano grandi, piccole e medie imprese nel gestire il loro personale rispettando le leggi vigenti in materia.

Ciascuna aziende deve adempiere a dei doveri verso i propri lavoratori, tuttavia, non è sempre presente una figura che ha le conoscenze e competenze necessarie per gestire, oltre alle sue mansioni, anche questo tipo di azioni.

Per questo si rende necessario questo professionista.

Le mansioni del consulente del lavoro, dunque, possono essere:

  • Gestione delle risorse umane e dunque inquadramento dei dipendenti dell’azienda in cui lavora
  • Elaborazione e vidimazione delle buste paga
  • Versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi
  • Erogazione di consulenza nei contenziosi, in materia di lavoro e consulenza tecnica di ufficio
  • Segnalazione e denunce di attività illecite come riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo.

Le skills

Per poter svolgere le mansioni che ti abbiamo sopra elencato, occorrono conoscenze e competenze ben precise.

Ecco cosa deve sapere e saper fare un buon consulente del lavoro:

  • Conoscenza del Diritto privato e pubblico
  • Conoscenza approfondita di Economia aziendale
  • Conoscenza degli adempimenti e delle scadenze fiscali
  • Conoscenza delle norme sulla tutela della salute e sulla sicurezza dei lavoratori
  • Conoscenza base di ragioneria
  • Conoscenza delle norme sulla tutela della Privacy
  • Conoscenza delle norme sui contratti collettivi nazionali di lavoro, detti anche CCNL
  • Conoscenza delle procedure sulla gestione del personale
  • Conoscenza delle normative in materia fiscale e tributaria
  • Conoscenza dei sistemi retributivi
  • Conoscenza delle normative sul mercato del lavoro
  • Conoscenza delle tecniche di gestione contabile e finanziaria
  • Conoscenza dei termini tecnici fiscali, del lavoro e della legislazione sociale

Il percorso formativo per diventare consulente del lavoro

Eccoci arrivati al vero punto della questione. Per diventare consulente del lavoro occorre un percorso di studi ben definito.

A differenza di altri lavori che non hanno una formazione ben precisa ma ci si può solo avvicinare apprendendo le diverse competenze, questa professione è regolamentata dalla Legge n. 12/1979.

Essa stabilisce che è necessario conseguire un titolo di studi universitario. Non si può quindi ricoprire questo ruolo senza aver ottenuto la laurea.

Non una laurea qualsiasi, tra l’altro, ma specifica. Occorre essere in possesso di una laurea triennale o quinquennale in uno di questi campi:

  • Scienze dei servizi giuridici;
  • Scienze politiche e delle relazioni internazionali;
  • Scienze dell’economia e della gestione aziendale;
  • Scienze dell’amministrazione;
  • Scienze economiche;
  • Scienze giuridiche.

Mentre, per quanto riguarda le lauree specialistiche, devono essere riguardo questi settori:

  • Giurisprudenza;
  • Scienze dell’economia;
  • Scienze della politica;
  • Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • Scienze economico-aziendale;
  • Teoria e tecniche della formazione e dell’informazione giuridica.

Da questo ne emerge una evidenza: per poter svolgere questa professione sono essenziali delle competenze e conoscenze in ambito giuridico (specialmente in diritto del lavoro e tributario) ed economico, ma anche in ambito aziendale-amministrativo.

A seguito del conseguimento del titolo di laurea, occorre eseguire un periodo di tirocinio per poi partecipare all’esame di abilitazione alla professione. Questo periodo di praticantato è obbligatorio per poter partecipare all’esame.

Il tirocinio dura almeno 18 mesi, e per 6 mesi deve essere svolto presso enti o professionisti di altri Paesi (ovviamente abilitati ad esercitare questa professione e con titolo equivalente) oppure presso studi di avvocati, commercialisti e ragionieri.

Il praticantato in alcuni casi può essere eseguito per 6 mesi durante l’ultimo anno di studi universitario, ma solo nei casi in cui vi sia una convenzione tra l’Università e l’ente dell’apprendistato.

Lo stage, in alcuni casi, può essere ridotto. Quindi da 18 mesi essere ridotto a 9, e in altri casi fino a 12 mesi. In questi casi però, devono esserci validi motivi per giustificare l’interruzione.

Dopo lo stage, occorre superare l’Esame di Stato (suddiviso in in 2 prove scritte e 1 prova orale) e infine, iscriversi all’Albo provinciale dei Cdl.

Diventare consulente del lavoro con Unicusano

Se vuoi diventare consulente del lavoro, puoi iniziare dalla tua formazione con le lauree Unicusano. In particolare, in ambito economico e giuridico, il nostro Ateneo ha all’attivo corsi di laurea triennali, magistrali e master, pensati proprio per fornirti tutte le competenze di cui hai bisogno per approcciarti a questa professione con successo.

Ciò che contraddistingue la didattica Unicusano è la modalità di erogazione della stessa: la metodologia telematica. Grazie a questo approccio, potrai seguire le lezioni comodamente online, accedendo ad una piattaforma digitale attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Connettendoti alla tua Area Studente, potrai seguire le lezioni in streaming, scaricare il materiale didattico di supporto allo studio e interagire con i docenti.

Gli unici momenti di presenza fisica richiesti sono per lo svolgimento degli esami e per la discussione della tesi di laurea.

Per iscriverti ai nostri corsi di laurea online, compila il form.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / Racorn

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali